Wc e Bidet classici

Bagno antico classico: wc, bidet, vasca da bagno e doppio lavabo

Quando si parla di wc e bidet non vi sono differenze così marcate né nella forma né nelle dimensioni tra i modelli standard e quelli classici, che in genere risultano essere piuttosto confortevoli ed ergonomici.

Lo stile classico è di certo intramontabile, come d’altro canto si evince dalla dicitura stessa; oggi poi sempre più spesso soffermandoci a guardare le vetrine degli showroom d’arredo possiamo trovare ambientazioni retrò, che in taluni casi si ispirano totalmente nelle linee, nei dettagli e nelle colorazioni ai modelli del passato ed in altri frangenti invece ne traggono spunto, facendone una rivisitazione in chiave moderna. In tutto ciò il bagno non fa di certo eccezione ed anche i singoli sanitari possono avere fattezze che richiamano i modelli più antichi: in genere quando si pensa a questo tipo di ambiente è più facile figurarsi una vasca un po’ particolare o un lavabo con relativo mobile realizzato in stile, secondo i dettami ed il gusto classici ed in effetti sono queste due le “aree” su cui maggiormente si concentra l’attenzione quando si desidera creare un bagno retrò, elegante, raffinato che sia come “sospeso nel tempo”.

Progettazione al PC di un bagno classico

Di certo però non si può non tener conto che vi sono anche altri elementi in un bagno e mai come nel caso in cui si decida seguire i dettami classici è necessario che tutto segua la medesima filosofia di vita e si adegui al contesto, senza forzature e stonature di sorta.

Per questo motivo, quando si parla di wc e bidet in stile classico in genere non si pensa ad elementi molto appariscenti, ma piuttosto a qualcosa che funga da contorno e da sfondo e si sappia integrare alla perfezione con il contesto: per cui normalmente ci si trova di fronte ad elementi da terra, caratterizzati da volumi tondeggianti ma con contorni sporgenti evidenziati da più bordature puramente decorative.

In molti casi poi per quanto riguarda il vaso si può optare per un modello che abbia l’asse in legno e la cassetta di scarico esterna (in modo da formare un monoblocco con il vaso, piuttosto che staccata dallo stesso e posizionata in alto o appena sopra, “a zaino”), proprio come si usava un tempo: si tratta di piccoli dettagli che possono contribuire a creare l’atmosfera ricercata e ad accentuare il rimando al passato.

Molte volte però sono proprio i dettagli a fare la differenza e dunque anche per ciò che concerne il bidet bisogna prestare particolare attenzione alla scelta della rubinetteria più adatta, ovviamente da coordinare con quella del lavabo e della vasca: l’ideale sarebbe optare per le due manopole distinte (una per l’acqua calda e una per l’acqua fredda), magari di quelle decorate a forma di stella, comunque anche qualora si preferisca invece acquistare la più moderna la versione con miscelatore monocomando è bene scegliere un modello sagomato dalle linee classiche e sinuose, che in qualche misura riprendano quelle dei sanitari e dal lavabo, con finitura cromata piuttosto che dorata, in base al gusto personale di ciascuno.

Bidet classico con rubinetteria color oro

 

A volte si pensa che il “classico” sia uno stile superato ed un po’ vecchio, adatto unicamente alle persone nostalgiche e di una certa età; in realtà è intramontabile e senza tempo e, a differenza di molte delle cose più moderne e contemporanee, non passerà mai di moda: è un vero e proprio modo di vivere e di pensare, sinonimo di sfarzo, eleganza e raffinatezza per antonomasia e per questo sono molte anche tra le persone più giovani a sceglierlo per arredare la propria casa.

 

 

L’importante però e non voler strafare perché è uno stile che facilmente può diventare troppo pesante ed eccessivo: per una perfetta riuscita del tutto, ogni cosa va dosata e calibrata con sapienza e maestria: forme, colori, linee, texture e decori, non solo per ciò che riguarda i sanitari, ma anche rispetto alla pavimentazione, ai rivestimenti murari, nonché ai mobili ed agli accessori.

Mentre quando si parla di lavabi e soprattutto di vasche da bagno, da un punto di vista delle forme e delle dimensioni, scegliendo modelli dal sapore retrò in genere è necessario disporre di uno spazio piuttosto ampio perché si tratta di elementi abbastanza diversi nella conformazione da quelli più attuali, quando invece si parla di wc e bidet non vi sono differenze così marcate né nella forma né nelle dimensioni tra i modelli standard e quelli classici, che in genere risultano essere piuttosto confortevoli ed ergonomici.

Per i materiali e le colorazioni ovviamente ci si attiene a quanto di più tradizionale vi sia, ovvero la ceramica bianca, anche se in alternativa anche il nero lucido è gettonatissimo per elementi di questo tipo e le tonalità sul crema, sul panna o sul beige di certo non stoneranno; ma molto dipende chiaramente dal contesto e dagli altri elementi presenti, nonché dalla disponibilità offerte dalla produzione.

Sanitari classici

Vediamo ora, a titolo puramente esemplificativo, qualche esempio di sanitario in stile retrò, tenendo ben presente che vi sono marchi specializzati proprio nella produzione di sanitari ed arredo bagno in stile classico ed altre ditte che invece, all’interno di una proposta molto più ampia e diversificata, hanno delle linee più classiche e dal sapore tradizionale, dedicate agli amanti del genere; come ad esempio avviene per la notissima azienda italiana Ideal Standard (www.idealstandard.it), che con l’intramontabile linea “Calla” riesce a ricreare atmosfere dal sapore retrò, ideali per un bagno raffinato e misurato.

Anche Catalano (www.catalano.it) ad esempio, oltre alle moltissime proposte più moderne che ha a catalogo, ha creato anche la famiglia di sanitari “Canova Royal”, dalle linee morbide ed eleganti di chiara matrice neoclassica, caratterizzate dalla presenza di una delicata bordatura che incornicia i volumi di ciascun elemento, esaltandone le forme e creando un ambiente armonioso ed elegante.

Persino l’azienda laziale Axa (www.axaonline.it) tra le svariate collezioni ne ha una ceramica specificatamente classica: si chiama “Contea” e  prevede sanitari da appoggio, con wc che può avere cassetta esterna o no e varie tipologie di lavabi coordinati, che possono essere anch’essi da appoggio e dotati di colonna, piuttosto che da incasso, sospesi ed angolari, o ancora direttamente integrati ad una consolle che ovviamente ha fattezze decisamente retrò, somigliando moltissimo ad un mobile antico.

Sullo stesso filone anche Kerasan (www.kerasan.it) che propone la collezione “Retrò”, ideale da utilizzare in special modo nelle ristrutturazioni di vecchie dimore (anche ad uso turistico), poiché completa di tutti gli elementi e comprendente anche wc e bidet in un’inedita e più attuale versione sospesa, sempre comunque perfetta ed elegante che ricrea senza esitazioni il fascino tipico della “Belle Epoque”.

bagno in stile classico con grandi specchi

Tra le proposte un po’ più alterative, che reinterpretano linee e dettagli classici rivisitandoli in chiave moderna troviamo due distinte linee, ben diverse l’una dall’altra, ma entrambe del marchio Artceram (www.artceram.it): si tratta Jazz” e “Cow”, ambedue molto particolari e caratterizzate da linee sinuose ma piuttosto massicce, che rendono al massimo nella variante bicolor, con interno e dettagli in bianco e scocca esterna in nero; sempre di Artceram ma decisamente più tradizionali nella loro classicità sono i sanitari della linea Hermitage.

Ovviamente, in tutti i casi, la funzionalità e la praticità rimangono un’esigenza primaria ed imprescindibile, per cui va benissimo curare l’estetica fin nel più piccolo dettaglio e ricercare elementi particolari e di fascino che creino un perfetto bagno in stile retrò, ma sempre senza trascurare le reali esigenze del singolo utente, che deve poter disporre di un locale con dotazioni e confort assolutamente moderni, sebbene “travestiti” in veste classica!