Lavabo con mobile integrato

Lavabo in ceramica tondo con mobile integrato.

Perché scegliere un lavabo con mobile integrato rispetto ad altre tipologie

Oggi quando si deve scegliere un nuovo lavabo per il proprio bagno è possibile farlo seguendo criteri totalmente differenti gli uni dagli altri, ma in tutti casi ugualmente validi: si può optare per qualcosa di molto tradizionale in coordinato con wc e bidet, oppure per qualcosa che stacchi completamente dal resto e si renda protagonista indiscusso; si può decidere sull’onda dell’entusiasmo per un modello che ci ha letteralmente conquistato per la sua estetica, oppure si può fare una scelta più ponderata che ci porti a considerare quali sono le nostre reali esigenze e a scegliere il modello che risulti maggiormente pratico e congeniale rispetto al tipo d’utilizzo che ne faremo.

Di certo non potremo non fare i conti con lo spazio a nostra disposizione e con il tipo di configurazione che caratterizza il nostro bagno, ma in tutti i casi anche a parità di dimensioni si possono trovare elementi dalle fattezze completamente opposte; anche per quanto riguarda i materiali poi si può scegliere di optare per la classica ceramica bianca o di osare con qualcosa di più colorato, oppure per un materie più particolare come può essere il cristallo, piuttosto che per qualcosa di davvero insolito come il legno, la pietra o l’acciaio.

Detto questo per prima cosa dovremmo però stabilire verso che tipologia di prodotto siamo maggiormente orientati perché tra i lavabi ve ne sono alcuni che sono dei “pezzi a sé stanti”, esattamente come avviene ad esempio per wc e bidet ed altri invece che sono anche “altro”, perché oltre ovviamente a svolgere la funzione precipua per cui sono stati creati svolgono anche una funzione aggiuntiva, nella fattispecie generalmente d’arredo e contenitiva.

Sempre più frequentemente infatti capita di imbattersi nei cosiddetti lavabi con mobile integrato dove, come si evince dal termine stesso, al di sotto del lavandino vi è un vero e proprio “mobile”, più o meno ampio ed organizzato in modo differente a seconda dei casi, ma che comunque riempie il vuoto attorno a quella che potremo definire la parte impiantistica dell’elemento, nascondendola alla vista ed al contempo serve a riporre in ordine tutta una serie di oggetti d’uso quotidiano che altrimenti non sapremmo dove mettere: come creme, saponi, shampoo, rasoi, ma anche spugne, asciugamani e quant’altro ci possa servire.

Bagno moderno con lavabo e mobile integrato.

In effetti oggi giorno il problema della mancanza di spazio è molto sentito all’interno di un qualunque ambiente domestico ed in questo i bagni certamente non fanno eccezione; per questo motivo riuscire ad ottimizzare il tutto ed a recuperare spazio prezioso al di sotto del lavabo, che altrimenti andrebbe “perso” (come accade quando si sceglie di optare per un lavabo a colonna o a semicolonna) può risultare davvero fondamentale, specie in quei locali davvero minimal, dove a mala pena si riesce ad installare tutti i sanitari di cui si necessita e per farlo bisogna optare per linee salvaspazio.

Se dunque nei bagni più compatti la scelta ricade quasi forzatamente e logicamente verso lavabi con mobile integrato, va detto che in genere, in ogni caso, all’interno di un qualsivoglia bagno domestico la porzione attrezzata con specchio, pensili, mobiletti e mensole, è quella dove trova posto il lavabo: le combinazioni possibili sono infinite e dipendono dallo spazio di cui disponiamo, dalle nostre esigenze, dai nostri gusti, dal tipo e dal modello di arredi prediletti, ma qualora si voglia dare maggior corpo e maggior rilevanza visiva all’arredo, facendo in modo che divenga anche un elemento caratterizzante da un punto di vista estetico allora, la scelta migliore sarà comunque quella di optare per una composizione che preveda anche un mobile al di sotto del lavabo.

Proprio per questo motivo dire semplicemente che si è scelto di optare per un lavabo con mobile integrato è un’affermazione che in realtà non dice molto: potrebbe trattarsi di un piccolo lavamani con sotto un armadietto sollevato da terra che ne segue perfettamente i contorni o di un vero e proprio mobile imponente e poggiato a pavimento dove il lavabo (o magari di lavabi, che se lo spazio lo consente potrebbero essere due) occupa solo una piccola porzione del tutto; ci si può riferire ad un elemento singolo, o può essere solo una parte di una composizione più ampia, che prevede altri elementi da coordinare; potremmo trovarci dinnanzi ad una composizione molto moderna, piuttosto che classica o rustica; potremmo avere a che fare con elementi colorati e vivaci, piuttosto che semplici e totalmente bianchi o ancora scuri, rigorosi e austeri.

Le possibilità sono davvero infinite e si potrebbe proseguire per ore nella carrellata di opzioni tra loro tutte assolutamente diverse, ma tutte ugualmente valide.

Bisognerà innanzitutto capire il ruolo che il lavabo ha in tutto ciò: da un lato infatti può trattarsi di un elemento, in genere ceramico, che dimensionalmente ricalca alla perfezione l’impronta del mobile sottostante, oppure si può avere un top più ampio che riveste tutto il piano e che si configura come un tutt’uno con il lavabo (però in questo caso il catino ha dimensioni decisamente inferiori a quelle dell’elemento d’arredo sottostante tanto è vero che se ne possono trovare anche due in contemporanea così da poter disporre del cosiddetto lavabo doppio): in frangenti di questo tipo solitamente si usa la pietra, il cristallo o uno dei tanti materiali “in pasta” di nuova generazione, che sposso o avere diversa denominazione a seconda del brevetto che li caratterizza, ma che comunque consentono di creare configurazioni decisamente plastiche, belle da vedere ed al contempo resistenti e pratiche da manutenere.

Lavabo d'appoggio con mobile integrato

In realtà poi ci potremmo troveremo di fronte anche ad elementi da incasso, quando il lavabo (ed in casi come questo il più delle volte si tratta di un elemento ceramico) è letteralmente incastrato all’interno del mobile, con il bordo che fuoriesce dal top (oppure no se l’istallazione avviene sottopiano), o ancora in lavabi da semincasso ed in questi frangenti il mobile sottostante sarà piuttosto stretto ed in ogni caso meno profondo del catino, che sporgerà in avanti rispetto allo stesso.

Vi sono infine i lavabi d’appoggio che però solo in rarissimi casi si configurano come elementi veramente integrati ad un mobile, proprio perché si appoggiano sullo stesso, o su un piano appositamente preparato, quindi sono elementi che possono essere aggiunti ad un elemento d’arredo, ma allo stesso modo possono esservi disgiunti e sostituiti con elementi differenti, senza che l’estetica del tutto risulti in alcun modo compromessa.

Anche il mobile dal canto suo potrà configurarsi in svariati modi:potrà svilupparsi principalmente in verticale piuttosto che in orizzontale; potrà essere sospeso o poggiare a terra, completamente o tramite piedini; potrà essere una presenza unica ed isolata, o un monoblocco di grandi dimensioni comprendente anche specchiera, luci ed altri mobili verticali che fungono quasi da cornice, oppure ancora potrà coordinarsi con altri elementi adiacenti e/o sovrastanti; potrà essere organizzato con semplici antine, a battente o scorrevoli, piuttosto che con cassetti e le superfici potranno essere totalmente opache o in parte vetrate e trasparenti; potrebbe anche inglobare in sé altri elementi come il porta asciugamani ed ancora potranno essere i dettagli a fare la differenza, come ad esempio le maniglie, che potrebbero essere molto particolari o non esserci proprio.

Come già accennato dunque, anche visivamente e da un punto di vista più prettamente estetico possiamo trovarci di fronte ad oggetti molto diversi gli uni dagli altri: ci sono lavabi con mobile integrato di design, molto particolari ed accattivanti ed altri piuttosto standard; ve ne sono di eleganti e raffinati, magari riccamente decorati ed altri invece molto semplici, lineari e tinta unita; ovviamente anche stilisticamente a seconda del tipo di ambiente che caratterizza il nostro bagno e dell’atmosfera che desideriamo ricreare opteremo per elementi in stile classico o al contrario per altri decisamente moderni; così come potremmo imbatterci in modelli country, vintage o ancora rustici.

In commercio vi sono mobili con lavabo integrato d’ogni tipo, per gli amanti di qualunque genere e per le tasche e le esigenze di chiunque!

In questo senso, potrebbe sembrare pazzesco ma la scelta di un mobile con lavabo integrato, in via del tutto generale, può rivelarsi la più azzeccata sia per un bagno arredato in stile classico che per uno invece ultra contemporaneo e di design; ovviamente dovremo optare per due tipologie di lavabi e di mobili molto differenti, nelle dimensioni, nelle linee, nei materiali per colorazioni e finiture, nonché caratterizzate dalla presenza di dettagli di diverso tipo, ma comunque, una volta scelto l’elemento perfetto per ciascuna delle suddette ambientazioni il risultato risulterà eccellente ed impareggiabile.

Lavabo con mobile integrato

In tutti i casi è chiaro che per ciò che concerne i lavabi con mobile integrato la scelta è ancora più difficile di quella  che normalmente si ha per un lavabo tradizionale (e già le possibilità normalmente sono molte), perché non si tratta di valutare solo il lavandino in sé ma dovremo farlo anche in rapporto all’elemento o agli elementi d’arredo che ad esso si associano e che dal canto loro potranno anch’essi assumere dimensioni, configurazioni, colorazioni ma anche stili totalmente differenti.

Fare la scelta giusta dunque in questo frangente appare un’impresa quasi titanica: in realtà basta un po’ di buon senso ed un pizzico di buon gusto ed il nostro bagno potrà apparire completamente rivoluzionato ed acquistare quel carattere e quel tocco aggiuntivo che prima gli mancava.

Un lavabo con mobile integrato non solo si rivela una scelta decisamente pratica e funzionale, perché consente di razionalizzare gli spazi e di riporre ogni cosa in ordine, ma implica anche una precisa scelta formale, di stile e di gusto, perché un elemento di questo tipo innanzitutto “arreda”, per cui questo è il fattore primario che, per non sbagliare, dovremo tenere in considerazione qualora ci aggiungessimo ad acquistarne uno.

Ovviamente il costo di elementi del genere è superiore a quello che avremmo optando semplicemente per un lavabo di tipo più tradizionale, ma i vantaggi sono indifferenti e ben evidenti, per cui quando è possibile, specialmente se il nostro bagno non è particolarmente ampio, questa si rivela senza ombra di dubbio la scelta vincente.