Sanitari decorati e colorati

Santitari arancio abbinati al color legno

Il colore è davvero prepotentemente tornato di moda e anche in fatto di sanitari le proposte di questo tipo sono tantissime e tutte diverse tra loro

Se ad una persona qualunque si chiedesse di associare un colore all’idea del bagno ed in particolar modo a quella che esso ha dei sanitari di certo non troveremmo nessuno disposto ad indicare di primo acchito qualcosa di diverso dal bianco puro, caratteristico della ceramica e del vetro-china, materiali con cui di solito vengono realizzati la maggioranza degli elementi di questo tipo.

Oggi però nell’architettura d’interni e nell’interior design si deve registrare una netta tendenza verso il ritorno dell’uso prepotente e massiccio del colore ed in questo di certo l’ambiente bagno, pur essendo molto particolare rispetto agli altri luoghi domestici, non fa eccezione.

Ovviamente non è detto che per avere un bagno che possa definirsi colorato si debba necessariamente contemplare la presenza di sanitari non bianchi; anzi il compito di colorare, vivacizzare e decorare questo tipo di ambiente, il più delle volte, viene affidato ai pavimenti, ai rivestimenti o al cosiddetto arredo bagno, talvolta poi è un incombenza che viene assolta molto più semplicemente da tessili ed accessori (come lampade, porta saponi, bilance e oggetti di varia natura che pur essendo di per sé piuttosto piccoli possono contribuire in maniera determinante a donare carattere e personalità ad un locale che altrimenti risulterebbe un po’ triste ed anonimo).

Detto ciò si può invece anche scegliere di arredare il nostro bagno proprio attraverso la scelta di sanitari particolari già di per sé colorati e/o decorati; l’importante quando si decide di avventurarsi in un’impresa simile è essere certi che sia esattamente ciò che desideriamo, perché l’utilizzo del colore, specie se non ben calibrato, può rivelarsi uno strumento pericolosissimo; inoltre le soluzioni più particolari hanno sempre costi decisamente superiori rispetto a quelli che invece caratterizzano i prodotti più standard, per cui è bene accertarsi di non fare spese folli che poi, alla lunga, neppure ci soddisfano.

Lavabo verde

Quando si parla di arredamento e di architettura d’interni la scelta dei colori riveste un ruolo importantissimo, poichè è oramai risaputo che i vari colori dell’arcobaleno sono in grado di influenzare in modo molto diverso il nostro corpo e la nostra mente, trasmettendo ciascuno determinate emozioni e sensazioni.

Spesso purtroppo ci si dimentica di ciò e, specie per ciò che concerne il bagno, ritenuto infondo un ambiente meno nobile degli altri, in cui magari si può permettere di osare qualcosa di più, si scelgono elementi colorati seguendo esclusivamente il proprio gusto personale (dal quale ovviamente e giustamente comunque non dobbiamo mai prescindere) o peggio ancora seguendo la moda del momento.

La scelta dei toni da utilizzare nel nostro bagno, così come in ogni altro locale,non può certo prescindere dalle preferenze dell’utenza, tuttavia, può essere utile avere chiari i significati e le proprietà dei diversi colori, per procedere poi con maggiore coscienza nella scelta.

Ovviamente, come già accennato, il bianco, sinonimo di ordine, pulizia ed igiene, è il colore da sempre prediletto per l’ambiente bagno e di conseguenza per i sanitari, ma se utilizzato in modo troppo eccessivo rischia di apparire troppo freddo ed impersonale e finisce perfino per risultare abbagliante, tanto da affaticare la vista.

Per cui ben venga l’utilizzo di un po’ di colore, l’importante è non eccedere, o comunque farlo consapevolmente, consci del risultato e dell’effetto a cui andremo incontro!

Per questo tipo d’ambiente le tonalità alternative maggiormente utilizzate sono da sempre quelle del blu e del verde, proprio perché richiamano inequivocabilmente l’elemento acqua: il blu inoltre aiuta la concentrazione e infonde calma, mentre il verde è sinonimo di equilibrio ed armonia, quindi si potrebbe dire che queste sono di certo le opzioni più adatte per un luogo dedicato al benessere ed alla cura di sé e del proprio corpo.

I colori caldi e vivaci, come il  rosso, l’ arancio, il giallo e tutte le varie nuance intermedie della medesima gamma, simboleggiano invece energia, dinamismo, azione e potenza, per cui sono sconsigliate qualora il nostro obiettivo sia quello di ricreare un’atmosfera rilassante, al contrario sono perfette qualora si desideri progettare un bagno frizzante, vivace,  divertente e che sappia ridare la carica necessaria.

Il nero, è una tinta importante e non può essere utilizzata a cuor leggero, essa simboleggia la forza, la pesantezza e la solidità ed in genere viene impiegata qualora si voglia creare un bagno elegante e di un certo “peso”, soprattutto in abbinamento allo stile classico; anche se molti sono i sanitari moderni e di design che possono essere scelti in variante nera ed in questi casi hanno di certo la vocazione di rendersi protagonisti indiscussi dell’ambiente.

Lavabo Monowash di Giulio Cappellini

Oggi come oggi comunque il colore è davvero prepotentemente tornato di moda e anche in fatto di sanitari le proposte di questo tipo sono tantissime e tutte diverse tra loro, anche a seconda del tipo di materiale a cui ci riferiamo, perché sovente infatti l’uso di tinte particolari si accompagna ad oggetti creati con materie differenti dalla classica ceramica, che comunque è sempre possibile trovare anche in svariate varianti colorate, nonché in varie versioni decorate.

Se ci si domanda quali siano i sanitari che maggiormente si prestano all’impiego del colore la risposta è indubbiamente tutti, anche se le opzioni percorribili in tal senso sono principalmente due: da un lato si può scegliere per elementi in coordinato tutti colorati o decorati allo stesso modo ed in genere in questi casi si hanno quanto meno lavabo, wc e bidet della medesima linea e tinta, oppure in alternativa si può decidere di concentrare l’utilizzo del colore ad un solo elemento, normalmente la vasca o il lavabo, che diverrà dunque il protagonista principale del bagno, il punto focale in grado di attrarre tutta l’attenzione su di sé.

Puramente a titolo di esempio citiamo alcune possibilità di prodotti in coordinato a partire dalla collezione Texture di Olympia Ceramica (www.olympiaceramica.it), che permette un altissimo grado di personalizzazione dei sanitari proprio attraverso l’impiego di colori, geometrie ed elementi decorativi, tanto che utilizzata in maniera sapiente saprà trasformare il vostro bagno in una vera opera d’arte moderna.

Tra le tante possibilità che offre, ad esempio, bellissima è quella a millerighe multicolor dalle tinte accese e brillanti, piuttosto che quella sempre a righe ma in bianco e nero o ancora quella più sobria, ma ugualmente particolare caratterizzata da cerchi concentrici; in tutti i casi con questo prodotto è possibile anche realizzare un paino d’appoggio per il lavabo che ne riprenda il decoro, che può poi essere accostato all’utilizzo di un colore particolare per l’interno dei sanitari, in modo tale da far scomparire del tutto il bianco dai nostri elementi!

 

Sanitari ArtCeram

Diverse sono anche le linee proposte da ArtCeram (www.artceram.it), come la simpaticissima Cow, che oltre al bianco contempla la variante rossa, quella nera o tre diverse soluzioni decorate, disponibili in versione “muccata” bianca a pezze nere, piuttosto che “lettering”, con motivi geometrici o con “tagli”, ovvero come se sulla superficie esterna dei sanitari fossero state disegnate delle porzioni da ritagliare quasi si trattasse di un cartamodello. Ma dello stesso marchio ci sono anche altre le linee che propongono le cosiddette varianti decor, come Jazz, decisamente più classica come stile, Block, caratterizzata al contrario da linee assolutamente squadrate e la sinuosa Blend.

L’azienda Selli design (www.sellidesigner.it) invece propone la geometrica ed insolita collezioneSfera: che, come si evince dal nome, stesso si caratterizza proprio per la forma sferica che hanno i suoi sanitari e che appare davvero insolita ed accattivante, ma al contempo molto semplice, pulita e contemporanea. Lavabo, wc e bidet di questa serie sono inoltre disponibili in variante colorata, in un’originalissima versione bicolor (dove al bianco è possibile accoppiare l’oro, l’argento o il nero) o ancora decorata, con motivi barocchi, piuttosto che floreali.

Tra i lavabi colorati e decorati, oltre a quelli in coordinato con wc e bidet della medesima linea, moltissimi sono anche quellicosiddetti freestanding, che si configurano già per le loro fattezze, un po’ come pezzi d’arte, quasi si trattasse di vere e proprie opere scultoree da posizionare all’interno del proprio bagno, per cui in questi casi l’uso di una tinta o di una fantasia insolite non fanno scalpore, bensì si limitano ad accentuare la particolarità che l’elemento stesso ha già insita in sé, motivo per cui molto frequente è l’utilizzo del nero, del rosso, ma anche di altre varie colorazioni alternative, da quelle più lussuose dorate o argentate fino a quelle più sbarazzine delle tinte fluo o pastello.

Un esempio particolare è quello del lavabo Monowash, disegnato da Giulio Cappellini per Ceramica Flaminia (www.ceramicaflaminia.it) , altro non è che un parallelepipedo compatto, dagli spigoli smussati e leggermente svasato verso terra, ideale anche per spazi piccoli ma di alto design e può essere scelto nella sua versione con decori multicolor, creata dal designer Alessandro Mendini, che unendo varie tonalità, dalrosso al giallo, dal rosa al lilla fino al  verde acqua, contribuisce a creare un nuovo look per questo elemento rendendolo decisamente vistoso e simpatico.

Lavabo Quando si parla di lavabi poi spessissimo il colore si unisce all’utilizzo del cristallo per creare elementi di vario tipo: moltissimi ad esempio i top con lavabo integrati ad un mobile, che possono essere realizzati nelle forme e con le tonalità più disparate, ma decisamente numerose anche le possibilità tra gli elementi d’appoggio e quelli sospesi, come ad esempio i lavabi Quadrotto di Regia, semplici, ovviamente squadrati (come si intuisce dal nome), ma vivaci e d’effetto. Altro materiale alternativo il cui impiego sovente si unisce all’uso del colore è il Corian ed a tal proposito come esemplificativa si veda la collezione di lavabi d’arredo Ego firmata da Antonio Lupi (www.antoniolupi.it), disponibile in ben 20 tonalità differenti, tutte davvero bellissime, tra le quali è impossibile non trovare quella che fa al caso nostro!

Ovviamente anche la vasca da bagno può diventare la protagonista indiscussa di un qualunque bagno, in special modo se parliamo di un modello insolito e/o colorato ed anche in questi casi (esattamente come per i lavabi) può trattarsi di elementi trasparenti piuttosto che opachi, a seconda del tipo di materiale utilizzato per la realizzazione degli stessi e soprattutto dell’effetto che si desidera ottenere.

Di certo poi se pensiamo a tonalità accese e sgargianti in genere facciamo riferimento ad elementi molto particolari e di design, creati appositamente per ambienti moderni,vivaci e sbarazzini (non necessariamente bagni), mentre se cerchiamo una vasca da inserire all’interno di un locale arredato in stile classico, che non sia bianca, è bene orientarci magari su qualcosa di nero, meglio se con finitura lucida, o una tinta molto tenue che riprenda le forme e le fattezze delle vasche d’un tempo, sebbene reinterpretate in chiave più attuale.

Anche tra i modelli più classici troviamo però vasche colorate, specie per quanto riguarda il guscio esterno: in genere si tratta di tonalità pastello, sebbene vi siano sempre le eccezioni che confermano la regola ed a tal proposito si può dare un’occhiata al sito della Devon & Devon (www.devon-devon.com), che ad esempio propone la vasca Admiral oltre che in raffinate e preziose varianti oro, argento o rame anche in ben 25 nuance diverse.

Tra le vasche colorate e trasparenti possiamo citare invece ad esempio due modelli freestanding tra loro molto diversi: da un lato Rossovivo di Albatros (disponibile anche nella variante blu), dotata di un telaio in acciaio inox, morbidi cuscini in Thecnogel e guscio interno in Lucite Ica trasparente, è corredata di sistema di massaggio Airpool con ozonoterapia, azionabile con telecomando; dall’altro invece la vasca ellittica Jolie di Regia (www.regia.it), forgiata in resina poliestere acrilica e disponibile, oltre che in alcune varianti opache (bianca, foglia d’oro o foglia d’argento), in rosso, ambra, blu o verde mela trasparenti. Invece, tra le varie vasche da bagno colorate ma opache presenti in commercio possiamo citare quelle della collezione Free Color di BluBleu (www.blubleu.it), che, come si evince dal nome, proprio dell’utilizzo del colore fa il suo punto di forza; tra i diversi modelli della gamma troviamo Lucky, la più semplice delle soluzioni proposte, standard nelle dimensioni, ma dalle linee morbide che la rendono diversa dal solito e decisamente simpatica; Shiva, modello asimmetrico ma dalla grande personalità e Kalì, sempre piuttosto contenuta nelle dimensioni, ma pensata per chi ha maggior spazio da dedicargli e può permettersi di installarla freestanding o in appoggio su un’unica parete al centro della stessa. Tutti e tre le vasche sono state create dalla mente di Antonio Bullo e possono essere realizzate in ben 192 tinte differenti, con varie possibilità di finitura satinata, metallizzata, lucida o opaca, che portano in definitiva alla possibilità di scegliere tra 960 combinazioni diverse per un grado di personalizzazione davvero senza eguali!

Quadrotto di Regia: lavabo in cristallo colorato

In commercio esistono anche delle vasche decorate(sebbene non siano moltissime e di certo numericamente meno di quelle colorate), per lo più a fondo bianco o anche completamente colorato, ma in tutti i casi comunque arricchite ed abbellite con disegni o elementi particolari; tra le varie citiamo ad esempio quelle molto fantasiose e particolari di Luceri Design System (www.luceridesignsystem.it), giovane azienda italiana specializzata proprio nella produzione di ceramiche artistiche e da bagno, che collabora anche con diversi marchi del settore, o quelle di Sabbia, decisamente più lussuose e luccicanti, in quanto arricchite dalla presenza di più di 4 mila cristalli Swarovsky posizionati sulla superficie esterna a creare decori floreali.

Insomma, oggi come oggi, qualora si cerchi per il proprio bagno qualcosa di insolito, colorato e fantasioso le possibilità sono davvero molteplici anche per ciò che concerne i sanitari e si può scegliere con estrema tranquillità valutando tutte le proposte presenti sul mercato, assecondando i propri gusti ed i propri desideri, in base al tipo di effetto ed atmosfera che si desidera ricreare all’interno del proprio bagno, sempre ovviamente avendo un occhio di riguardo rispetto al budget di cui disponiamo, perché in genere si tratta comunque di prodotti piuttosto costosi (dal prezzo sicuramente superiore alla media).

Se però non siamo sicuri di voler o poter osare tanto possiamo sempre personalizzare e vivacizzare il nostro bagno colorandolo grazie all’impiego di particolari accessori e tessili, oppure nessuno ci vieta di decorare i sanitari esistenti con l’utilizzo di appositi stickers, che possono essere scelti del colore preferito e con vari soggetti.

È un’opportunità da non sottovalutare perché si tratta di decori che si applicano facilmente su tutte le superfici e sono assolutamente resistenti; inoltre hanno l’indubbio vantaggio di costare poco e di essere completamente e facilmente removibili una volta che ci si è stufati di vederli, mentre se si opta per dei sanitari di design colorati e/o decorati (e dal costo elevato), il rischio che ci vengano a noia è piuttosto reale, ma una volta investito tanto difficilmente saremo disposti a rimuoverli ed a sostituirli con qualcosa di più tradizionale!

Per cui di certo il consiglio migliore è quello di pensare bene a ciò che facciamo e non agire d’impulso sull’onda dell’entusiasmo perché in genere la vita dei sanitari è piuttosto lunga ed è meglio essere ragionevolmente certi che le scelte che facciamo oggi ci andranno bene anche per i prossimi 10 anni per lo meno!