Disposizione sanitari, quali sono le indicazioni da rispettare

disposizione sanitari

La progettazione di una casa passa ovviamente anche dal prestare la massima attenzione al bagno. In particolar modo, spesso non si dà grande importanza alla disposizione sanitari, ma in realtà dovrebbe essere uno degli elementi da tenere sott’occhio più spesso.

Disposizione sanitari, alcuni criteri fondamentali

Quando si parla di disposizione sanitari, ci sono alcuni criteri che si dovrebbero seguire. Ad esempio, meglio puntare sull’estetica, oppure prediligere la funzionalità? Insomma, una via di mezzo e un buon equilibrio tra due queste due opzioni diventa probabilmente la scelta migliore che si possa fare per avere un ambiente comodo, ma anche interessante dal punto di vista stilistico.

Bagno stretto e allungato

Capita spesso e volentieri che il bagno di casa sia molto stretto e abbia una forma allungata. È chiaro che, soprattutto nelle abitazioni in città, ciascun centimetro può tornare utile e viene sfruttato prediligendo pareti molto lungo. Basta un po’ di fantasia, in effetti, e anche uno spazio così angusto potrà trasformarsi in una vera e propria risorsa.

Basta poco…

Certo, tutti vorrebbero avere subito un bagno molto affascinante e vivibile alla perfezione, ma a volte bastano anche piccoli ritocchi per trasformare completamente un ambiente del genere. Nel caso in cui di fronte alla porta d’entrata attraverso la quale si accede al bagno è presente una finestra, allora è chiaro che i sanitari devono essere collocati sempre tutti sul medesimo lato.

Disposizione dei tubi

Si tratta di una scelta di comodità, anche in virtù del fatto che i tubi potranno scorrere tutti sulla medesima parete, ma anche di scelta armonica dal punto di vista stilistico. In relazione alla lunghezza che caratterizza l’ambiente, quindi, si può optare per una vasca, un po’ più corta provando ad adibirla anche a doccia, oppure provvedere all’installazione di una doccia tradizionale.

La doccia classica

La doccia classica è certamente quella che occupa meno spazio, ma spesso e volentieri la sua struttura non fa fare i salti mortali sotto il profilo estetico a chi la installa. Abbiamo parlato di bagno funzionale. Di conseguenza, tenere in considerazione un fattore estetico è una regola che non deve mai essere persa di vista.

Cosa vedere quando si entra in bagno

Così, quando entrate in bagno, è meglio guardare subito lo specchio, soprattutto nel caso in cui il lato più corto frontale sia stato insediato dal lavabo. Qualora ci fosse la possibilità di inserire anche un bagno intermedio, ecco che i sanitari potrebbero essere collocati in modo ancora più discreto e poco visibile per chi entra.