Bagno in stile retrò

creare un bagno in stile retrò

Guida e consigli per creare un bagno in stile classico o retrò

bagno style retrò

Di certo oggi la tendenza più comune, specie per arredare un ambiente come il bagno, che negli ultimi anni si é molto nobilitato ed evoluto, passando da locale di servizio a vera e propria oasi del benessere e del relax in cui riuscire a ritagliarsi dei piacevoli momenti per sé, da dedicare alla cura del proprio corpo e della propria persona, é quella di orientarsi verso elementi prettamente moderni, che sappiano interpretare nel migliore dei modi lo stile di vita attuale, con appositi elementi e dotazioni specifiche, magari particolarmente tecnologiche ed evolute.

 

Nonostante ciò lo stile classico, come d’altro canto si evince dal termine stesso, é intramontabile ed esercita sempre un suo fascino, non solo tra le persone più mature, come molti potrebbero pensare, ma riesce a riscuotere un discreto successo anche tra molti giovani, soprattutto quelli che all’interno della propria casa desiderano ricreare delle ambientazioni lussuose, eleganti e senza tempo.

 

bagno style classico

In effetti il fascino della Bella Epoque e la sua raffinatezza costituiscono da sempre un’inesauribile fonte di ispirazione per i designer, che ad essa si rifanno, talvolta restando più fedeli all’originale ed in altri frangenti invece riprendendone alcuni tratti e reinterpretandoli però in chiave più moderna, magari abbinandoli a materiali o finiture del tutto diverse ed innovative.

come creare un bagno in stile classico

Ma come fare per creare un bagno in perfetto stile classico o più semplicemente caratterizzato da un sapore un pò retrò, capace di donargli quel qualcosa in più? Di certo non può bastare inserirvi un solo elemento di questo tipo, per quanto magari piuttosto vistoso ed imponente (come potrebbe essere una vasca da bagno freestanding o un mobile con specchiera e lavabo), ovviamente gli accessori possono fare la differenza, ma solo come tocco finale per rendere il tutto ancora migliore e non é sufficiente neppure orientarsi su una linea di sanitari dal gusto particolare e raffinato; mai come in questo caso é necessario calibrare ogni cosa fin nel minimo dettaglio, partendo dai pavimenti e dai rivestimenti, curando la scelta dei sanitari, degli elementi e dei complementi d’arredo ed avendo sempre un occhio di riguardo rispetto alle rubinetterie e ai materiali da impiegare, in modo tale che questi si integrino alla perfezione con il resto, rendendo il tutto ancor più prezioso e d’effetto.

 

Inoltre essendo lo stile classico particolarmente ricco e sfarzoso, il pericolo di strafare ed esagerare è sempre in agguato, per cui bisognerà fare molta attenzione anche a non eccedere ed a misurare con attenzione ogni cosa, altrimenti il risultato finale sarà tutt’altro che raffinato ed elegante, ma piuttosto pacchiano.

 

bagno style classico retrò

Vediamo dunque di fornire qualche spunto utile per riuscire a creare uno splendido bagno in stile classico, passando puntualmente, ma rapidamente, in rassegna tutte le considerazioni che occorre fare nella pratica per ottenere un risultato perfetto, ricordandosi sempre che nessuna cosa potrà essere tralasciata o sottovalutata.

 

Le dimensioni del bagno

bagno stile industria

É bene cominciare subito con il dire che un bagno di ispirazione classica, a parità di dotazioni inseritevi, necessita comunque di molto più spazio rispetto ad uno prettamente moderno e questo perché sia i sanitari retrò che l’arredobagno in questo stile sono caratterizzati dall’avere dimensioni maggiori rispetto a quelli più moderni, che invece sono pensati proprio in funzione del fatto che oggi nelle case moderne gli spazi sono sempre più ridotti ai minimi termini, per cui anche i sanitari, per consentire di sfruttare il tutto al meglio, sono sempre più compatti e minimal!

Inoltre all’interno di un bagno in stile classico la presenza della vasca da bagno é un must, anche perché la doccia non si presta per nulla ad un’ambientazione di questo tipo.

Se dunque si dispone di un bagno molto piccolo forse é meglio riflettere attentamente sulla possibilità di creare un atmosfera vagamente retrò, semplicemente con l’impiego di dettagli ed elementi un pò particolari, ma senza puntare davvero sulla creazione di un vero e proprio ambiente totalmente creato in stile classico, a meno che non si tratti di un secondo bagno, per cui non é necessario inserirvi proprio tutti gli elementi (magari basta la presenza di un lavabo a colonna, wc e bidet).

Va detto poi che mentre nei bagni odierni spesso e volentieri trova posto anche la lavatrice (e sempre più spesso, posizionata in colonna o accanto, perfino l’asciugatrice!), in un bagno in stile classico questa stonerebbe alquanto, per cui sarebbe più che auspicabile disporre di un locale lavanderia a sè stante e questo prevede addirittura la disponibilità di una stanza in più, per cui è bene dire che lo stile classico non è davvero alla portata di tutti, ma bisogna poterselo permettere!

Pavimentazione e rivestimenti più adatti

rivestimenti bagno style retrò

Un tempo il bagno in marmo, con pavimenti, rivestimenti ed eventualmente anche altri elementi realizzati con questo particolare materiale era sinonimo inequivocabile di sfarzo, lusso ed eleganza, per cui di certo optare per la pietra è una scelta che si abbina alla perfezione allo stile classico.

Ciò non toglie però che è possibile anche sbizzarrirsi scegliendo materiali differenti, sia per ciò che concerne i pavimenti, che per quanto riguarda i rivestimenti, anche perché va detto, ad onor del vero, che sovente il trattamento delle superfici murarie nei bagni di questo tipo  può venire affidato ad una carta da parati, o meglio ancora ad uno stucco veneziano, che a differenza della classica pittura consente di ottenere superfici facilmente lavabili in modo tale da non creare alcun problema di ordine pratico.

Le piastrelle sono senza dubbio la scelta meno azzeccata, anche se ve ne sono alcune appositamente ideate per atmosfere più retrò; meglio allora puntare su un mosaico: ve ne sono alcuni (tipo quelli di Bisazza) davvero perfetti per creare atmosfere preziose ed uniche, ma anche il parquet (ovviamente quello vero e facendo attenzione a scegliere un’essenza che possa andar bene anche in bagno) è un’opzione sempre valida.

Sanitari in stile

sanitari bagno style retrò

Tra i tantissimi sanitari oggi presenti in commercio è possibile trovarne una gamma abbastanza ampia appositamente ideata per bagni in stile classico, eleganti e più o meno sfarzosi, dalle linee morbide ma con volumi sporgenti, che sapranno soddisfare anche la clientela più esigente.

Cominciamo con il dire che si tratta quasi esclusivamente di elementi d’appoggio (mai sospesi, perché questa é una prerogativa assolutamente moderna che per nulla di addice ad atmosfere eleganti e retrò) e per quanto riguarda materiali e colorazioni in generale si ha a che fare con elementi ceramici total white o total black, a seconda dell’atmosfera che si desidera creare, ma anche le tonalità del panna e del crema sono molto adatte ed ampliamente utilizzate.

Non dimentichiamoci però che i veri punti focali di un bagno in stile classico sono senza ombra di dubbio la vasca ed il lavabo, che generalmente è integrato ad un mobile dalle proporzioni molto più massicce rispetto ai modelli più moderni e rigorosamente realizzato in legno, con finiture diverse a seconda del particolare contesto e dell’effetto che si desidera creare; in caso contrario anche il lavabo dovrà essere a colonna, meglio se della medesima serie del wc e del bidet). La vasca classica per eccellenza è quella freestanding dalle linee sinuose e poggiata su piedini decorati con motivi zoomorfi, che si ispira ai modelli francesi ottocenteschi in stile Belle Epoque e che troneggia fiera al centro del bagno, divenendone la protagonista indiscussa.

Le rubinetterie giuste

rubinetteria bagno style retrò

Inutile creare un’atmosfera perfetta e scegliere i sanitari più giusti se poi non si abbinano a questi delle rubinetterie d’altri tempi: banditi dunque tutti i miscelatori monocomando ed i modelli in acciaio inox cromato, dalle linee più moderne ed essenziali; bisognerà puntare invece su elementi con doppia manopola, una per l’acqua calda ed una per quella fredda, proprio come si usava una volta!

Concentriamo dunque la nostra attenzione su rubinetti dalle linee morbide, magari con manopole a stella, decorate o impreziosite da elementi diversi (come inserti in vetro o ceramici) e per ciò che concerne i materiali scegliete elementi in rame o in ottone, oppure optare per finiture dorate o color bronzo, dall’aspetto decisamente più classico rispetto all’acciaio.

L’illuminazione perfetta

 

L’ideale sarebbe posizionare un paio di applique nella zona destinata al lavabo, una su ciascun lato dello specchio, in modo tale da poter usufruire di una luce diretta e più intensa proprio nell’area del bagno in cui ce n’é maggior necessità, perché ovviamente per truccarsi, specchiarsi, pettinarsi o farsi la barba é necessario vederci bene!

Per ciò che concerne invece l’illuminazione generale dell’ambiente bagno questa dovrà essere più morbida e diffusa possibile e ciò potrà avvenire attraverso l’installazione di un bel lampadario sospeso, magari in stile, sfarzoso ed elegante con pendenti in cristallo o vetro di murano, che funga anche da elemento d’arredo vero e proprio.

 

Non sottovalutiamo infine l’importanza degli accessori e dei tessili più giusti

luce bagno style retrò

Come sempre anche gli accessori possono davvero fare la differenza: in un bagno in stile classico devono essere tali anche i porta asciugamani, così come gli appendini, il portarotolo, lo scopino e quant’altro sia necessario; senza contare che anche delle boccette di profumo molto particolari o un bel vaso di fiori freschi possono tranquillamente regalare quel qualcosa in più. In genere a meno di non optare per modelli molto particolari, pensati proprio per assumere quell’aspetto un pò retrò, meglio preferire un calorifero, di quelli dall’aria più tradizionale possibile, ad uno scaldasalviette (che è per sua natura un elemento assolutamente moderno!).

È bene poi porre un occhio di riguardo anche nella scelta dei tessili, sia che si tratti degli asciugamani, piuttosto che dei tappetini o delle tende: dovremo sempre orientarci su prodotti di alta gamma, perchè no, realizzati con tessuti pregiati e caratterizzati da colorazioni e fantasie sobrie e raffinate che sappiano impreziosire il tutto, facendo attenzione a non eccedere perchè si tratta pur sempre di elementi che devono fungere da cornice e da sfondo a tutto il resto, per cui devono intonarvisi alla perfezione, ma senza prevaricare in alcun modo.