Doccia walk-in, sapete già di cosa si tratta? Ecco la nuova tendenza

doccia walk-in

Se siete degli esperti nell’ambito della realizzazione di sanitari, allora dovreste sapere alla perfezione come venga costruita una doccia walk-in. In poche parole, è quel particolare tipo di doccia che è completamente aperta, passante rispetto al bagno. Chiaro, si tratta di uno spazio doccia particolarmente luminoso, ma che non prevede ostacoli né per l’entrata né per l’uscita.

Doccia walk-in, non ci sono porte!

Una doccia walk-in, in poche parole, si può tradurre con le cabine doccia aperte: è abbastanza facile intuire come non venga installata nessuna porta che si deve aprire o chiudere per l’entrata oppure per uscire dallo spazio dedicato alla doccia.

Accesso facilitato per tutti

Uno dei principali vantaggi di questa particolare tipologia di docce è certamente il fatto di essere notevolmente facile l’accesso. Inoltre, ha bisogno di uno spazio superiore ovviamente rispetto ad una normale cabina. Nello specifico, una larghezza ideale di una doccia di questo tipo non scende mai sotto un metro.

Facile e veloce da pulire

Interessante notare un altro grande vantaggio della doccia walk-in, che è quello di essere particolarmente semplice e rapida da pulire. Il motivo? Presto detto: mancano, infatti, le usuali porte a battente, oppure le porte scorrevoli di tutte le altre tipologie di docce.

Uno stile minimalista

Certo, tra le particolarità di queste docce c’è anche quella di avere uno stile tipicamente minimalista: per questo, si può considerare un’ottima soluzione per tutti quei bagni dal design moderno e dalle linee essenziali. Anche le finiture del vetro possono essere personalizzate: si può passare da un serigrafato fino ad un satinato, senza dimenticare la versione semplicemente trasparente.

I trattamenti anticalcare sono molto utili

Esattamente come avviene nei modelli a cabina doccia classica, effettuare una manutenzione costante con l’anticalcare rende ancora più facile pulire i vetri. Uno dei modelli che vanno per la maggiore è senz’altro quella ad angolo, con la predisposizione di due pareti in muratura e un’altra in vetro. In alternativa si può optare per una parete a muro e due in vetro.

I pannelli in vetro e le personalizzazioni

Nella gran parte dei casi, i pannelli in vetro vengono supportati da parte di profili metallici che vengono ovviamente agganciati al muro. Chiaramente, le possibilità di personalizzazione sono le più disparate, al punto tale che si può puntare anche su un modello aperto su tutti e due i lati più stretti, optando per una sola parete di vetro che verrebbe collocata in una posizione parallela rispetto al muro.