Doccia walk-in, ecco quando conviene puntare su questa soluzione

doccia walk-in

Nel momento in cui si parla di doccia walk-in, si fa riferimento ad una sorta di cabine doccia che sono completamente aperte: quindi, non c’è alcuna porta che si deve aprire o chiudere per entrare al suo interno. Una comodità che, in altri casi, può trasformarsi in uno svantaggio: e voi, cosa ne pensate?

Questo tipo di doccia si caratterizza, prima di tutto, per garantire un vantaggio importante. È facilmente accessibile praticamente da tutte le persone, comprese quelle che hanno delle disfunzioni o sono invalide. Dal punto di vista strutturale, però, c’è da mettere in evidenza come abbia bisogno di uno spazio notevolmente maggiore in confronto alla normale cabina. Nella gran parte dei casi, la cabina supera i 100 cm.

Doccia walk-in, facili da pulire

Tra gli altri vantaggio della doccia walk-in troviamo indubbiamente anche il fatto che sia decisamente semplice da pulire. Infatti, non ci sono delle porte a battente, piuttosto che quelle a scorrimento, con dei profili che toccano terra oppure con delle cerniere che possono riempirsi di polvere oppure di sporco. Insomma, c’è molto meno da pulire.

Spesso e volentieri, i modelli di doccia walk-in maggiormente diffusi sul mercato si propongono con uno stile tipicamente essenziale e minimalista. In poche parole, si tratta di una soluzione che si adatta alla perfezione ad un ambiente che presenta una linea stilistica moderna e innovativa. Interessante anche capire come procedere con la scelta delle finiture del vetro, che si possono spesso personalizzare in base alle proprie preferenze ed esigenze.

Le finiture del vetro temperato possono essere numerose: si va dai modelli trasparenti a quelli invece satinati, fino ad arrivare a quelli serigrafati. Un altro aspetto che si può facilmente personalizzare è rappresentato dai profili metallici, che possono essere brillanti o anche opachi. In alcuni casi si possono anche far verniciare: infatti, una delle colorazioni che vanno più di moda è il nero.

Le versioni ad angolo

Esattamente come avviene nelle cabine a doccia classiche, l’operazione di manutenzione che mira a rimuovere tutto il calcare è fondamentale anche perché rende molto più semplice la pulizia quotidiana del vetro del box doccia. Nella maggior parte dei casi, sul mercato si possono trovare delle docce walk-in ad angolo. Le due pareti vengono realizzate in muratura e quella rimanente in vetro, oppure è diffusa anche la soluzione contraria.

I pannelli in vetro, invece, vengono resi stabili dalla presenza di uno o vari profili in metallo che vengono installati direttamente al muro. C’è la possibilità di optare anche per una variante aperta su tutti e due i lati più stretti.