Secondo bagno, ecco come crearlo nella propria abitazione

Lavabo a colonna classico bianco e lavabo sospeso moderno

Avete scelto di abitare in una casa piuttosto vecchia? Con il passare del tempo potrebbero essere numerosi i problemi da affrontare. Tra questi troviamo la necessità di poter disporre di un servizio igienico in più, soprattutto in quei casi in cui la famiglia si è allargato e c’è bisogno di un ulteriore spazio del genere.

È chiaro che avere due bagni sia un gran bel vantaggio, soprattutto in caso di famiglie piuttosto numerose, in cui è facile spazientirsi quando si deve aspettare il proprio turno per troppo tempo. Al giorno d’oggi, la differenza principale rispetto alle case più antiche è che un secondo bagno, nelle casi più grandi, non può assolutamente mai mancare.

Secondo bagno, occhio alla comunicazione al Comune!

Cerchiamo di capire quali sono i casi in cui è possibile creare un altro bagno, quali sono gli spazi migliori dove si può inserire e, al tempo stesso, quali siano le principali problematiche che sorgono per questa ragione e come affrontarle.

Prima di tutto, è bene mettere in evidenza come realizzare un nuovo bagno è sicuramente possibile, ma non è un’operazione così immediata e facile da portare a termine. Nonostante quello che si possa credere, anche cambiare la posizione di un bagno già presente in casa, non è assolutamente semplice.

È fondamentale sottolineare come questa operazione non possa essere assolutamente presa sotto gamba, dal momento che sono diversi i problemi che si finisce per affrontare. Le problematiche non sono esclusivamente di natura tecnico-impiantistica, ma anche di rispetto di quanto viene previsto all’interno delle varie leggi in materia.

La prima cosa da tenere bene a mente è che la realizzazione di un nuovo bagno non è un aspetto che può rimanere esclusivamente nella vostra conoscenza, ma tale operazione deve essere comunicata prima di tutto al Comune in cui si risiede. Infatti, si tratta di un intervento edilizio di manutenzione straordinaria.

Nella gran parte dei casi, questa operazione prevede che vengano demoliti e poi ricostruiti, oppure anche solo spostati, i tavolati che esistevano nell’abitazione. Di conseguenza, ecco spiegato il motivo per cui provvedere all’apertura di una pratica in Comune è fondamentale. Nella maggior parte dei casi basta una normale SCIA, oppure una CILA o una CIA.

È chiaro che creare un bagno che non esiste oppure ristrutturarne uno vecchio sono due operazioni differenti. Il principale problema da combattere è la mancanza di spazio e, in questo caso, è bene trovare soluzioni che non vadano a “riempire” in maniera eccessiva il bagno, ma che possano lasciare comunque abbastanza spazio per muoversi e per il passaggio.