Sanitari d’effetto ma particolarmente ingombranti

Bagno di lusso con vasca da bagno al centro della stanza e vista mozzafiato

Spesso questi sanitari sono destinati a bagni di lusso sia per lo spazio che richiedono che per il costo effettivo dei sanitari

Un tempo il bagno era visto e vissuto unicamente come un ambiente di servizio, uno spazio indubbiamente utile ed indispensabile, ma nulla più; proprio per questo motivo, da un lato, se ne limitavano le dimensioni, a favore di altri ambienti ritenuti più nobili e, dall’altro, non si dava più di tanta importanza alla sua progettazione ed alla scelta dei singoli elementi e delle finiture che lo caratterizzavano. L’importante, allora, era che ci fosse tutto ciò che serviva e che ogni cosa risultasse al proprio posto, pulita ed ordinata!

Oggi come oggi, invece, non potremmo essere più lontani da una visione di questo tipo: il bagno nel corso degli anni si è pian piano trasformato e nobilitato; ora, sempre più spesso, é visto come un ambiente con pari dignità degli altri, dedicato al benessere ed alla cura della propria persona; un tranquillo angolo della propria casa in cui trascorrere piacevoli momenti di relax, un luogo intimo, riservato ed accogliente, dove potersi concentrare unicamente su se stessi.

Proprio per questo motivo non è più possibile prescindere da una progettazione attenta e scrupolosa del locale bagno, che non solo sappia organizzare tutto nel migliore dei modi, sia da un punto di vista spaziale che funzionale, tenendo conto delle esigenze specifiche del singolo utente, ma che valuti anche con cura la scelta dei singoli elementi da inserirvi, scendendo nella definizione di ogni più piccolo particolare, in modo tale da creare un ambiente unitario, armonioso e piacevole da vedere e da vivere, che sappia trasmettere sensazioni positive.

Detto ciò, quando si parla di sanitari particolari e scenografici è in quest’ottica che bisogna mettersi, considerando che sempre più frequentemente si tratta di elementi appositamente studiati non solo per espletare la loro funzione precipua, ma anche per stupire ed attrarre l’attenzione, quasi si trattasse di fondamentali pezzi d’arredo, tanto che in alcuni casi quando ci si imbatte in sanitari di design particolarmente estrosi sembra quasi di avere a che fare con moderne sculture plastiche.

Vasca da bagno a centro stanza

Queste considerazioni sono assolutamente valide qualunque sia il sanitario a cui ci stiamo riferendo: a partire dal wc e dal bidet, passando per il lavabo fino ad arrivare a vasche e box doccia.

Quando parliamo di sanitari belli, accattivanti, particolari e di design possiamo però imbatterci in due differenti categorie, una agli antipodi dell’altra: se infatti da un lato vi sono tutta una serie di elementi plastici ma dalle dimensioni minimal, ideati proprio per riuscire ad inserirsi all’interno di qualunque bagno (anche considerando che questi ambienti in genere oggi non sono caratterizzarti da ampie metrature); dall’altro invece troviamo oggetti più ingombranti e dalle dimensioni decisamente più generose, che in effetti sono in pochi a potersi permettere, proprio perché necessitano non solo di grandi spazi che possano ospitali, ma anche di ambienti di ampio respiro, che sappiano valorizzarli consentendo di apprezzarli nel migliore dei modi.

Proprio per i motivi suddetti i sanitari del secondo tipo, ovvero quelli di cui parliamo ora e a cui è dedicato questo articolo, indipendentemente dalla categoria che rappresentano, restano comunque appannaggio di pochissimi eletti (in genere facoltosi ed amanti del bello).

Passiamo adesso rapidamente in rassegna, uno per volta, tutti i vari elementi che potrebbero comporre un bagno lussuoso, particolare ed extralarge, per il quale non si hanno né limiti spaziali né di budget (dove in pratica è possibile esaudire qualunque desiderio), fornendo per ciascuno qualche spunto e facendo qualche esempio pratico.

Vasca da bagno free standing

Partiamo con le vasche da bagno, che di certo sono l’elemento che maggiormente attira la nostra attenzione, non solo perché all’interno di un qualunque servizio igienico sono l’elemento di maggior spicco e dalle dimensioni maggiori, ma anche poiché inevitabilmente la loro immagine evoca in noi sensazioni piacevoli di relax e benessere.

In tutti i casi, indipendentemente dalla forma, dallo stile, dal colore e dalle dotazioni, i modelli di vasche dalle dimensioni più generose e dalle forme più insolite, sinuose ed affascinanti sono tutti free standing, ovvero appositamente creati per girarci attorno ed ammirarli da ogni parte e nella loro interezza e, sebbene ve ne siano in commercio anche alcuni poco più ampi dei modelli tradizionali, in molti casi ci si imbatte in vere e proprie mini piscine in grado di ospitare due o più utenti in contemporanea, che sovente sono anche super tecnologiche ed accessoriate e nulla hanno da invidiare a quelle che si trovano nelle migliori SPA.

Chiaro poi che in base alle preferenze di ciascuno si potrà optare per modelli più spigolosi e dalle linee più rigorose, piuttosto che per altri molto più morbidi e plastici; così come per elementi molto eccentrici e vistosi piuttosto che per altri che, se pur ingombranti e che dunque non possono passare inosservati, comunque appaiono visivamente decisamente più sobri; senza dimenticarsi che in molti casi in frangenti di questo tipo si può anche decidere di optare per vasche completamente incassate a pavimento (magari ricavate in un apposita zona rialzata rispetto al resto del bagno!). Per ulteriori dettagli in merito alle vasche da bagno spettacolari ed extralarge rimandiamo a due articoli appositamente strutturati, che analizzano più nello specifico i modelli free standing e quelli di design.

È possibile fare un discorso assolutamente analogo a quello appena affrontato per ciò che concerne le docce, che in questo caso non vanno assolutamente viste come soluzione alternativa alla vasca, come avviene invece in molti casi nei bagni dalle dimensioni più ridotte, dove si sceglie di optare per la doccia perché meno ingombrante; ora non stiamo parlando di elementi standard e dunque in nessun caso avremo a che fare con oggetti che rispetto ad una normale vasca risultano maggiormente compatti o salva spazio.

Soffione doccia

Quando si parla di scenografiche docce d’arredo queste vanno viste come una precisa scelta di vita, tanto è vero che le dimensioni dei moderni box doccia di questo tipo in alcuni casi sono davvero enormi, talvolta persino più grandi di alcuni locali bagno che si vedono in giro!!! I

l più delle volte l’effetto scenografico di elementi di questo tipo è dato dall’essenzialità, dalla leggerezza e dalla trasparenza che in genere li caratterizzano: ampie superfici vetrate e telai sempre più esigui (talvolta quasi inesistenti) lasciano a vista colonne doccia multifunzione che sempre più spesso si trasformano in elementi di spicco, dalle fattezze e colorazioni particolari; sovente poi sono proprio i soffioni a stupire: grandi, estrosi, luminosi ed a soffitto.

In alcuni casi anche il piatto doccia può fare la differenza, sia per la colorazione ed il trattamento superficiale che lo caratterizzano, sia che per i materiali con cui è realizzato e per la sua forma; infatti anche per le docce si può propendere per elementi più essenziali e spigolosi (che in pianta riprendano le forme del quadrato piuttosto che del rettangolo) o per elementi più tondeggianti, da quelli più semplici a pianta circolare fino a quelli più particolari e movimentati.

Egg di Arina Komarova

 

In aggiunta però, rispetto a quanto avviene per le vasche, si può decidere di propendere per elementi più chiusi, sia da un punto di vista più prettamente fisico che da quello visivo, piuttosto che per box almeno in parte aperti. Ad esempio fra le cabine doccia “chiuse” possiamo citare quello che per il momento è ancora solo un prototipo dedicato agli amanti del lusso: si tratta di Egg di Arina Komarova che, come si evince dal nome, altro non è che un gigantesco uovo, che si chiude completamente a guscio, potendo così fornire la doppia possibilità di fare la doccia oppure un bel bagno rilassante (contenendo nella parte bassa ed opaca del box una comoda vasca dotata di idromassaggio).

cabina doccia Beyond di Glass Idromassaggio

 

Sempre caratterizzata da forme morbide ed organiche è la cabina doccia Beyond di Glass Idromassaggio (www.glassidromassaggio.it), che affascina per il suo grande ed accogliente piatto realizzato in Pietraluce (disponibile in versione bianca o nera) dalle forme insolite e chiuso solo in parte da un cristallo trasparente; che al contrario della doccia precedente si mette in mostra proprio per il suo essere aperta e leggera ed è ideale da posizionare in un angolo (ovviamente ampio) del proprio bagno!

Doccia Monolite ideata da Fabrizio Batoni per Brandoni

 

Decisamente più spigolosa ma singolare e di  grande impatto la doccia Monolite ideata da Fabrizio Batoni per Brandoni (www.brandoni.com): si tratta anche in questo caso di un oggetto aperto, caratterizzato da una imponente e tecnologica colonna doccia, che inaspettatamente funge anche da termoarredo, che può essere realizzata in vari colori e che garantisce non solo un’estetica del tutto nuova ed impagabile, ma anche ottime caratteristiche funzionali; sempre molto lineari e contemporanee sebbene forse più “normali”, ma componibili in mille modi differenti e con misure ad hoc a seconda delle varie esigenze, le proposte doccia del marchio Disenia (www.disenia.it).

Doccia del marchio Disenia

 

Un discorso leggermente differente va affrontato per quanto concerne wc, bidet e lavabi, perché a differenza di vasche e docce, che sono elementi un po’ a sé stanti che possono essere scelti con maggior estro e libertà, in questi casi, qualora si decida di propendere per oggetti molto particolari e di un certo tipo, specie se dalle dimensioni generose e dalle fattezze molto particolari e ricercate, per non strafare ed ottenere esattamente l’effetto desiderato, è bene scegliere i tre elementi in coordinato e della medesima linea, in modo che tutto risulti armonico e ben proporzionato, senza stonature e forzature.

Ovviamente un lavabo minimal accostato a sanitari di grandi dimensioni risulterebbe un po’ anacronistico, esattamente come sarebbe se, al contrario, fosse presente un generoso doppio lavabo con accanto wc e bidet extra small; in tutti i casi se comunque si è optato per una grande vasca o per un box doccia extralarge non si potrà poi affiancarvi degli elementi troppo ridotti, per quanto glamour e dal design accattivante, a meno che le due zone non risultino visivamente nettamente separate, per cui si vengono in realtà a creare due ambienti distinti che seguono “regole” diverse; in caso contrario le proporzioni reciproche risultano, come sempre, requisito fondamentale per la buona riuscita del tutto.

Niente paura però, perché il mercato oggi ci viene in contro ed è in grado di offrirci tantissime possibilità, per cui qualora possiamo permetterci di acquistare sanitari di design formato extralarge non avremo che l’imbarazzo della scelta.

Pure stone di Villeroy and Boch

 

C’è da dire che il più delle volte proprio per il peso che li caratterizza, (anche nel vero senso della parola ma) soprattutto visivamente, si tratta di elementi da appoggio; per cui avremo imponenti oggetti che si ergeranno dal pavimento, quasi si trattasse di moderne sculture plastiche, che potranno essere tondeggianti piuttosto che spigolose, ma sempre molto particolari. A titolo di esempio possiamo citare la scenografica ed accattivante linea Pure stone di Villeroy and Boch (www.villeroy-boch.ch), che nelle sue morbide fattezze riprende le forme delle pietre levigate dall’acqua.

 Relais di Ceramica Globo

Parlando di wc, bidet e lavabi, al contrario di quanto avviene per vasche e docce, non si può non precisare che in molti casi non si tratta di elementi effettivamente eccessivamente più grandi di quelli standard (che comunque nei bagni d’oggi molto spesso si rivelano già troppo!), ma di certo visivamente più imponenti e d’impatto; talvolta poi sì più grandi del normale, ma magari solo in profondità o al contrario solo in larghezza.

Spesso poi si opta per lavabi d’arredo da appoggiare a grandi piani oppure free standing, da posizionare a centro stanza, come l’elegante “monolite” Relais di Ceramica Globo (www.ceramicaglobo.com), che risultano essere una presenza di spicco, ma che nella realtà dei fatti hanno poi una “conca” destinata al lavaggio ben più ridotta di quella dei normali lavandini presenti in commercio.

L’importante, soprattutto quando per il proprio bagno si decide di optare per elementi particolari e scenografici, è ricordarsi che bisogna sempre valutare non solo il singolo elemento in sé, ma anche il suo rapporto rispetto agli altri ed allo spazio circostante ed alla sua conformazione: come già detto non ha molto senso optare per una vasca enorme se vi si affianca un lavabo o dei sanitari minimal, meglio allora ridimensionare tutto; qualora invece wc e bidet siano piuttosto generosi nelle loro fattezze allora tutto dovrà essere altrettanto ampio e proporzionato di conseguenza ed ogni cosa andrà messa nella posizione che più gli si confa!

Chiunque, nel momento in cui si accinge a progettare ed arredare non solo il proprio bagno, ma qualunque altro ambiente della propria casa, vorrebbe non trovarsi costretto a dover scegliere escludendo a priori tutta una categoria di elementi perché troppo voluminosi e fuori dalla propria portata, ma i sogni sono una cosa e la realtà tutt’altra: nel progettare bisogna essere realisti e pratici ed è sempre necessario partire fissando a priori dei vincoli (dimensionali ma non solo) che son quelli che i locali a nostra disposizione ci dettano!

Purtroppo oggi come oggi sono davvero in pochi i fortunati a potersi permettere di arredare i propri spazi senza limiti spaziali (e di budget!), ma chi può fa bene ad approfittare ed a sbizzarrirsi come meglio crede creando un bagno da veri divi hollywoodiani, che nulla a che invidiare a quelli che si vedono sulle riviste del settore o nei cataloghi di arredo bagno dove solitamente gli ambienti sono sempre molto ampi (spesso anche troppo rispetto a ciò che pubblicizzano!) e lussuosi.