Porta sapone, bicchieri, portaspazzole e spazzolini

Tra i vari accessori che è possibile trovare all’interno di un qualsivoglia bagno domestico ve n’è un’ampia e variegata gamma costituita da tutta una serie di elementi di diverso tipo

Tra i vari accessori che è possibile trovare all’interno di un qualsivoglia bagno domestico ve n’è un’ampia e variegata gamma costituita da tutta una serie di elementi di diverso tipo, ciascuno ideato per uno scopo differente, ma che in ogni caso non possono ritenersi essenziali poiché se ne puó tranquillamente fare anche a meno, sebbene di certo la loro presenza concorre a rendere il tutto più ordinato e funzionale, nonché ovviamente a personalizzare l’ambiente, aggiungendo quel qualcosa in più, in grado di donare carattere e magari quel tocco di colore o di originalità che diversamente mancherebbero!

In generale si tratta di elementi pensati per contenere particolari categorie di oggetti, che in questo caso in un bagno non possono davvero mancare (in poche parole, volendo si può fare a meno del contenitore ma non del suo contenuto): a titolo di esempio possiamo citare tutti i vari tipi di porta sapone liquido e/o di porta saponette, i porta pettini e spazzole, i bicchieri o gli appositi elementi destinati ad ospitare gli spazzolini da denti, i cestini o le ciotole pensate per contenere gli elastici, i pinzettoni, le mollette ed i ferma capelli, le varie trousse e cofanetti per il trucco, i porta dischetti di cotone, i contenitori per fazzolettini e quant’altro.

In ogni caso, comunque, parliamo per lo più di elementi da appoggio, che vengono dislocati sulle mensole o sugli scaffali presenti in bagno, sul piano del lavabo o talvolta direttamente sul bordo di qualche sanitario, in special modo su quello del lavandino, ma anche su quello di vasca e bidet (a seconda dell’utilizzo che si fa di ogni singolo elemento, nonchè dalla conformazione e dal tipo di sanitari installati); a seconda dei modelli e dello scopo precipuo per cui sono stati creati peró, può trattarsi anche di accessori che prevedono un fissaggio a muro.

Di quest’ultimo tipo sono soprattutto i portasapone, qualora con questo termine si vogliano indicare quegli elementi, più o meno ampi a seconda dei casi, che comunque altro non sono che piccole mensole sulle quali tipicamente è possibile appoggiare le saponette, ma che se sono abbastanza grandi possono ospitare anche bagnoschiuma, shampoo, spugnette e quant’altro: ovviamente le dimensioni in questo frangente sono molto variabili a seconda del materiale con cui sono realizzati e della posizione che rivestono all’interno del bagno.

Oggetti così fatti possono essere installati accanto al lavabo o al bidet, con lo scopo appunto di ospitare il sapone per le mani o quello intimo, ma sovente in questi casi i flaconi dei saponi vengono appoggiati direttamente su un lato del sanitario in questione, o magari il detergente liquido in questione viene travasato in un apposito porta sapone liquido esteticamente di nostro gradimento; lo stesso avviene anche per la vasca, sul bordo della quale spesso si trova di tutto, dalle papere di gomma con cui giocano i bambini alla crema esfoliante della mamma, anche se non è infrequente trovare accanto al miscelatore una mensolina porta oggetti!

É invece all’interno della doccia che questi elementi risultano davvero necessari ed in questo frangente deve trattarsi di piani d’appoggio piuttosto ampi, per evitare da un lato che il piatto doccia si riempia di cose (utili o meno!) e dall’altro, soprattutto, per far a meno di doversi continuamente chinare x prenderle quando ci servono; una volta che ci troviamo all’interno del nostro box doccia, infatti, dovremo avere a porta di mano tutto quanto ci serve per lavarci: shampoo, doccia schiuma, e quant’altro (scrub, rasoio, crema depilatoria, balsamo, pettine, spazzola e chi più ne ha più ne metta, a seconda delle esigenze specifiche del singolo!).

Direttamente a muro, però, possono venir fissati anche altri accessori, come appositi flaconi destinati a contenere il sapone liquido, bicchieri porta spazzolini o altri oggetti di vario tipo; l’importante quando si sceglie di optare per accessori siffatti è essere assolutamente certi della scelta che si fa, perché un conto è sostituire un elemento semplicemente appoggiato su una mensola o sul piano del lavabo ed un altro invece è rimuoverne uno tassellato al muro, perché una volta che cambieremo idea dopo aver bucato le piastrelle dovremo comunque trovare il modo di mascherare il foro!

Solitamente, infatti, quando si opta per accessori da fissare a parete si scelgono elementi molto sobri e discreti, direi per lo più standard, caratterizzati da tonalità neutre e realizzati con materiali in grado di durare inalterati nel tempo (può trattarsi di acciaio, piuttosto che di acciaio e vetro o ancora di ceramica e/o legno): questi, a differenza magari di elementi più particolari e colorati, difficilmente potranno stufare, proprio perché sono al di sopra delle mode del momento e il più delle volte si opta per coordinarli con quegli accessori bagno ritenuti più duraturi, poichè raramente si cambiano, a meno che non ve ne sia effettivamente bisogno, come possono essere gli appendini, i porta asciugamani o il porta rotolo della carta igienica.

Scegliere tutto in coordinato, poi, evita problemi di qualunque tipo: è una scelta semplice che non dà troppi pensieri e non lascia spazio a grandi interpretazioni, ma che comunque risulta sempre efficace e consente di creare un ambiente ordinato, pratico e ben strutturato.

Per farsi un’idea più chiara di tutti gli accessori che è possibile acquistare ed inserire all’interno di un qualunque bagno domestico si può, ad esempio, visitare il sito della Gedy (http://www.gedy.com), azienda italiana specializzata proprio nella produzione di arredi e complementi di questo tipo, che è in grado di offrire una amplissima varietà di proposte, differenti sia per funzione, che per tipologia di installazione, di materiale con cui sono realizzati e peraltro in ogni stile possibile, in modo tale da accontentare davvero tutti.

La prima cosa da fare quando ci si accinge ad attrezzare il nostro locale bagno è decidere quali e quanti accessori acquistare e dove collocarli, solo in seconda battuta dovremo preoccuparci dell’estetica di questi ultimi, in modo tale che vadano ad arricchire e valorizzare l’ambiente (e non a penalizzarlo); per cui non basterà scegliere degli elementi di per sé belli, perché questi potrebbero anche rivelarsi del tutto fuori luogo all’interno del nostro bagno, ma si dovrà ricercare qualcosa di gradevole, più o meno ricercato e particolare, che in tutti i casi si intoni alla perfezione con il resto.

In tal senso diversi sono i paramenti da valutare: innanzitutto cominciamo con il dire che vi sono elementi dal gusto spiccatamente retrò, ideali per bagni arredati in stile classico ed altri invece decisamente contemporanei; molto poi fanno le linee che caratterizzano i singoli oggetti (ve ne sono di semplici e lineari, dai profili spigolosi piuttosto che bombati, di molto lavorati e di estremamente puliti), il colore, il tipo di finitura e di lavorazione che li contraddistinguono (vi sono elementi molto ricchi e decorati ed altri davvero essenziali), nonché ovviamente il materiale con cui sono stati costruiti.

Questa particolare categoria di complementi d’arredo di cui ci stiamo occupando, effettivamente, può trovare la sua realizzazione attraverso l’impiego dei materiali più disparati, molto come sempre, dipende dall’effetto finale che si desidera ottenere e dallo stile e dall’atmosfera che caratterizzano il nostro locale bagno.

Per gli ambienti più moderni sono decisamente indicati gli oggetti realizzati in resine plastiche, ciò non toglie che anche il vetro, trasparente o opaco, bianco o colorato, o ancora serigrafato ed il metallo, in finitura lucida o satinata, liscia piuttosto che lavorata, possano prestarsi ugualmente bene allo scopo.

In alternativa nei bagni più contemporanei e sbarazzini è possibile optare anche per soluzioni di design spiritose e colorate; anche di prodotti di questo tipo in commercio ce ne sono tantissimi e tutti diversi tra loro, ma in genere comunque colorati ed estrosi, da scegliere con molta cura e facendo attenzione a non voler strafare, ma collocandone al massimo un paio, in modo che siano in grado di attirare l’attenzione e di dialogare tra loro senza “darsi fastidio”.

In effetti, spesso, per quanto concerne gli accessori, nei bagni più moderni si punta tutto sul colore; in questi casi però l’ideale sarebbe scegliere tutta una serie di oggetti in coordinato, in modo da non rischiare di accostare due o tre nuance simili ma differenti, eventualmente da abbinare anche ad altri elementi della medesima linea come possono essere porta asciugamani, appendini o ancora cestoni per la biancheria, bilance pesapersone e quant’altro sia disponibile, in modo da creare uno sfondo unico.

Se poi si ha a che fare con un bagno moderno ma molto essenziale, sobrio e piuttosto elegante va benissimo optare anche per complementi meno appariscenti e di tipo un po’ più tradizionale, magari per oggetti realizzati con materiali particolari e preziosi come la pelle, il bambù, le fibre intrecciate, ma anche il legno o la ceramica possono andar benissimo.

 

 

 

Nei bagni arredati in stile più classico invece sono assolutamente da evitare e le tinte troppo vivaci e fluorescenti, così come gli oggetti dalle linee più semplici ed i materiali più innovativi, mentre potranno trovar posto tutte le tonalità del panna, del crema, dell’avorio o anche le tinte tenui e pastello, piuttosto che veri e propri elementi d’epoca, quasi si trattasse di soprammobili da ammirare. In questi casi i dettagli potranno fare la differenza e i materiali più appropriati sono ovviamente quelli più tradizionali: il vetro, magari opaco e decorato, il legno e la ceramica, eventualmente abbinati ad inserti metallici dorati, argentati, color bronzo o ancora realizzati in rame o in ferro battuto.

Di certo nei bagni in stile retrò sarà più facile inserire elementi ricchi, sfarzosi e molto lavorati, rispetto a quanto invece non è possibile trovare nei bagni moderni, dove la semplicità ed il rigore delle linee fanno da padroni.

In genere comunque va detto che chi ha arredato il proprio bagno in un determinato stile difficilmente poi andrà a cercare complementi d’arredo ed accessori in uno stile totalmente differente o dissonante!

Tra le soluzioni di design citiamo ad esempio il marchio Valli Arredobagno (http://www.valliarredobagno.com/it/), tra le varie proposte a catalogo di tipo più tradizionale, ha anche una serie un po’ particolare di elementi per il bagno dalle tinte accese, davvero molto simpatici e romantici, creati in collaborazione con Agatha Ruiz de la Prada, che ovviamente prendono spunto dai motivi tipici del brand spagnolo, per cui si configurano essenzialmente come grandi cuori, che sono perfetti da abbinare a tessili, asciugamani e tende colorati, magari con fantasie disegnate sempre della stilista suddetta, oggi molto in voga.

In questo modo con l’inserimento di pochi elementi (come possono essere ad esempio un porta asciugamani, un porta sapone e magari uno specchio), senza strafare e senza impiegare grandi capitali, si verrà a creare un bagno di tendenza, giovane, colorato e divertente: il sogno di tutte le ragazze!

Anche Alessi, notoriamente conosciuto proprio perché produce arredi e complementi un po’ per tutti gli ambienti della casa, sempre molto spiritosi e di alto design, ha diverse proposte originali per l’arredo bagno, alcune più sobrie e “neutre”, ed altre decisamente più insolite che in genere non si compongono però di una serie di elementi tutti in coordinato, ma si tratta piuttosto di singoli elementi da appendere, piuttosto che da collocare su mensole e sanitari per rendere l’ambiente più funzionale ed al contempo decisamente più bizzarro e colorato!

Le proposte di questo tipo sono tantissime tutte diverse per tipologia e stile ma tutte comunque divertentissime e da scegliere tra varie tonalità possibili presenti a catalogo. Si va da oggetti che all’interno del bagno risultano più evidenti come il porta cotton fioc “Pisellino”, il dosatore per sapone liquido “Mr Cold”, il porta saponetta trasparente “Bubble” o quello denominato “Antonio”, eventualmente da abbinare al porta spazzolini e al porta asciugamani della stessa linea; fino ad elementi più piccoli come il tagliaunghie “Canaglia”, il porta filo interdentale a forma di simpaticissimo omino realizzato in plastica e da coordinare con i copri spazzolini del medesimo tipo, fino al tappo per vasca “Mr.suicide”.

Questi non sono che alcuni esempi perché Alessi propone anche molto altro, non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta, basta dare un occhiata al sito dell’azienda.

Ad esempio tra le proposte più “seriose” citiamo la linea completa d’arredo bagno “Birillo”, firmata da Piero Lissoni, che con un design minimalista si compone di tutti gli accessori che possono servire in un ambiente di questo tipo: da contenitori di varie dimensioni, al porta sapone liquido o al porta saponetta, fino al distributore di fazzolettini, a quello di cotton fioc ed al bicchiere porta spazzolini, peraltro il tutto abbinabile con porta asciugamani e scopino coordinati e caratterizzati dalle stesse linee, che il suo creatore definisce “quadrato stondato: un quadrato imperfetto oppure un rotondo completamente sbagliato” ed il tutto disponibile o nella versione plastica o in quella metallica.

Certamente vi sono diversi marchi più famosi e “pregiati” che producono esclusivamente arredo bagno e hanno prezzi leggermente o ampiamente superiori alla media (talvolta a fronte di un’effettiva qualità ed in altri casi solo perché si paga il nome e in buona sostanza la firma apposta sul prodotto); ma in commercio è possibile trovare accessori e complementi di qualità, anche davvero carini ed originali, persino nei grandi magazzini, nei super mercati più grandi, o negli iper store dedicati alla casa, come possono essere Ikea, Grancasa o Leroy Merlin, dove ci si imbatterà in un’amplissima scelta, a portata di tutte le tasche e per tutti i gusti

In ogni caso gli accessori da bagno, che siano eleganti e preziosi, divertenti e colorati, semplici e discreti, piuttosto che stravaganti ed eccentrici, saranno sempre in qualche modo un po’ protagonisti del nostro bagno, per cui è bene curarne attentamente la scelta, in modo tale che non solo servano allo scopo per cui sono stati creati, ma siano anche in grado di svolgere un’importante funzione estetica.

A volte un bagno bellissimo, con rivestimenti, sanitari ed arredi costosi e all’ultima moda può comunque apparire spoglio, freddo ed impersonale, proprio per la totale mancanza di oggetti e complementi che lo rendano vissuto e gli donino quel carattere particolare che rispecchia inevitabilmente in qualche misura quello del suo proprietario o perché si sono scelti elementi sbagliati e fuori luogo, che per quanto preziosi ed affascinanti non riescono a legare con il resto.

Basta un po’ di buon gusto e un po’ di attenzione ed anche con poca spesa si potrà tranquillamente creare un ambiente curato, accogliente e dotato di ogni confort, assecondando le proprie preferenze e le esigenze specifiche personali.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAccessori per il wc
Prossimo articoloBilancia pesa persone