Bilancia pesa persone

La bilancia è uno strumento non sempre necessario ma che se presente va scelto con attenzione

La bilancia è di certo un accessorio non indispensabile all’interno di un’abitazione comunque quando questo elemento è presente bisogna sceglierlo con cura

La bilancia è di certo un accessorio non indispensabile all’interno di un’abitazione, tanto che si può benissimo vivere anche senza (talvolta si sta pure meglio senza l’ossessione di vedere se per caso si è ingrassati di qualche etto!); comunque quando questo elemento è presente bisogna sceglierlo con cura, in modo tale innanzitutto da collocarlo nella posizione più opportuna e da scegliere il modello che maggiormente fa al caso nostro, sempre tenendo ben presenti da un lato gli aspetti più tecnici della questione e dall’altro con un immancabile occhio all’estetica.

Oggi, molto più che un tempo, la forma fisica è diventata importantissima, tanto da trasformarsi talvolta in una vera e propria ossessione e dunque è sempre più difficile ed inusuale trovare una casa sprovvista di bilancia pesapersone, a meno che non vi abiti qualcuno che della bilancia proprio non sopporta neppure la vista e questo di solito capita quando si è magrissimi e non si ingrassa neppure volendo, per cui il controllo del peso non è assolutamente un pensiero, oppure quando si è particolarmente grassi e si preferisce far finta di non saperlo!

In realtà sono molti, in special modo le donne, ad avere un rapporto conflittuale con la bilancia: in questi casi non si può fare a meno di pesarsi, ma poi magari ci si pente di averlo fatto e si corre ai ripari con una sessione in più di palestra o con una settimana di dieta.

 

In effetti la frequenza con cui si utilizza una bilancia pesapersone è molto personale e soggettiva: c’è chi si pesa tutti i giorni, magari solo per abitudine o perché sta seguendo un regime alimentare particolare e vuole vedere se i suoi sacrifici stanno dando dei frutti, c’è chi si pesa una volta a settimana tanto per controllare, chi una volta al mese, chi una volta all’anno e chi solo se è costretto!

Certo, poi vi sono i casi particolari, di chi ha specifiche patologie per le quali il sovrappeso rappresenta un problema, per cui il controllo frequente e costante del peso risulta un obbligo, ma mai come in questo caso è difficilissimo generalizzare o dare un’indicazione di ogni quanto tempo sarebbe più giusto pesarsi: tutto dipende da come ci si sente con sé stessi: in realtà il peso non è tutto, ma talvolta conta!

Comunque, parlando di bilancia pesapersone, cominciamo con il dire che generalmente in una casa qualunque questa trova posto in bagno, ma talvolta quando gli spazi in bagno sono davvero molto ristretti può essere posizionata anche in camera da letto. Esistono poi diversi tipi di bilancia, con caratteristiche differenti, che danno una lettura più o meno affidabile del peso e che forniscono caso per caso anche varie altre informazioni.

Mentre quando andiamo dal medico o in farmacia questi hanno le cosiddette bilance a colonna, decisamente ingombranti ed inadatte all’uso domestico, nelle case abitualmente troviamo le classiche bilance a pedana, che possono essere di tipo più tradizionale, ovvero meccaniche, piuttosto che elettroniche.

Per intendersi le prime sono quelle più datate e generalmente anche più ingombranti, che possiedono in testa una rotella per la taratura manuale e dove l’ago si ferma sul numero corrispondente al peso: in commercio se ne trovano ancora ma ad onor del vero va detto che con queste si ha un po’ di approssimazione nella lettura del peso (al massimo se siete fortunati e avete una buona vista potrete leggere con un approssimazione di mezzo kilo) e spesso vi è la necessità di regolarle; più affidabili, leggeri e precisi invece i modelli digitali dove la taratura avviene automaticamente e si mantiene costante nel tempo.

 

Vi sono poi modelli particolarmente avanzati e sofisticati che permettono di misurare tutta una serie di altri parametri corporei, quali la massa magra, la massa grassa e la percentuale di acqua corporea, che effettivamente sono informazioni molto importanti, non solo per gli sportivi, ma anche nel caso si stia seguendo un regime alimentare particolare, perché per rimettersi in forma non basta perdere kg, ma è necessario ridurre la massa grassa a favore di quella muscolare.

Sovente poi in bilance di questo tipo è possibile memorizzare le singole pesata per monitorare i progressi e perfino inserire i propri dati antropometrici (come sesso, altezza ed età) in modo che sia la bilancia stessa a stabilire quale sia l’obiettivo “forma” da raggiungere; i modelli più tecnologici poi sono in grado di connettersi al pc, al tablet o allo smart phone per trasmettergli tutti i dati registrati così da avere sempre la situazione sotto controllo.

Il bagno, luogo della casa deputato alla cura della propria persona ed al benessere, è dunque la cornice perfetta in cui collocare una bilancia, che oltre ad essere uno strumento efficace per mantenerci in forma, va considerata anche quale elemento d’arredo; per questo motivo i nuovi modelli oltre ad essere precisi e tecnologici hanno subito un’evoluzione sostanziale anche dl punto di vista estetico, divenendo sempre più oggetti davvero belli da vedere, mentre le vecchie bilance erano piuttosto bruttine ed anonime. I modelli attuali sono quasi sempre ultrapiatti e sovente hanno il piatto in vetro, talvolta trasparente (in modo che la struttura sottostante risulti visibile), o più spesso colorato con tonalità vivaci e brillanti, o ancora decorato; ve ne sono poi di particolarmente eleganti, rivestiti in pelle o con finiture dorate o argentate ed anche le forme sono le più disparate sebbene il rettangolo, il quadrato ed il cerchio vadano decisamente per la maggiore.

L’importante è valutare sempre il contesto in cui va collocato un elemento del genere, in modo che non risulti stonato o “estraneo”, ma si inserisca alla perfezione, dialogando con il resto ed impreziosendo e dando personalità al tutto; poi anche di bilance ve ne sono alcune più discrete e sobrie ed altre decisamente più eccentriche e visibili, che catturano immediatamente l’attenzione di chi le vede.

Per sdrammatizzare il fatidico momento in cui si sale sulla bilancia si può optare per uno dei tanti modelli simpatici, allegri e spiritosi presenti in commercio: in genere non si tratta di oggetti di estrema precisione ma comunque per un normale controllo del peso sono assolutamente sufficienti ed inoltre hanno il valore aggiunto di fungere da veri e propri complementi d’arredo, che decorano e rallegrano l’ambiente, solitamente anche con una ventata di colore.

Tra i tanti modelli di questo tipo possiamo citare quelli proposti da Outlook Design (www.outlookitalia.it) ideati da Castiglione Morelli, dalle forme inedite e dalle tonalità accese; in particolare sono tre i modelli disponibili: Froggy, la bilancia di un verde acceso ed a forma di rana, Piggy plasmata ad immagine e somiglianza di un porcellino rosa e Big Foot, che consta di due grossi piedoni disponibili in diverse colorazioni.

Tutte realizzate in morbido poliuretano colorato ed acciaio sono bilance analogiche che comunque grazie al loro design non possono far altro che mettere di buon umore, anche se magari abbiamo preso qualche etto! Più precise ed affidabili, anche perché digitali, sebbene di certo meno colorate, ma comunque altrettanto spiritose sono invece le bilance Soehnle Sheepworld (http://www.soehnle.de/en/sheepworld.html).

A prima vista si tratta di oggetti apparentemente simili a tutte le altre bilance digitali ultrapiatte in vetro presenti in commercio, ma in questo caso il piatto di ciascuna bilancia è arricchito dalla presenza di una simpatica vignetta raffigurante una pecorella, quella appunto che da nome al marchio, accompagnata da una frase simpatica sul “peso” (rigorosamente disponibile solo in tedesco o in inglese) del tipo: “Troppo pesante? È un elefante” o “Leggero come una piuma” e tante altre, peraltro dello stesso tipo ne esistono anche delle varianti altrettanto simpatiche pensate invece per la cucina.

Per chi dovesse svegliarsi la notte con l’incubo di essere ingrassato sono perfette le nuove bilance di Imetec, dotate di un display LCD retroilluminato (Blue Back Light), che grazie alla tecnologia Overnight Vision permette di leggere il proprio peso anche al buio.

A parte ciò si tratta di una serie di bilance digitali ultrapiatte, in vetro temprato, disponibili in formato rotondo piuttosto che quadrato, con diversi motivi ed in varie tonalità tutte di tendenza, che non solo hanno un design molto moderno, innovativo e particolare per cui possono tranquillamente diventare un oggetto d’arredo in grado di impreziosire un angolo del nostro bagno, ma sono anche assolutamente precise, pratiche ed affidabili.

In effetti queste bilance forniscono non solo il peso, ma grazie alla funzione body analyzer misurano la percentuale d’acqua corporea, massa grassa, massa magra ed ossea e consentono di memorizzare le pesate di ben 5 diversi utenti diventando in qualche modo il personal trainer di tutta la famiglia.

Inoltre è perfetta anche per chi ha problemi di spazio perché è dotata di base salva spazio che consente di posizionarla verticalmente, azzerandone l’ingombro: mai come in questo caso funzionalità ed estetica, design e tecnologia si uniscono e si fondono per creare un oggetto davvero utile, pratico e bello allo stesso tempo! Per chi ha reali problemi di spazio un’ottima idea potrebbe essere anche quella di optare per una bilancia ispirata alla nuova tecnologia e-ink: sottilissima, praticamente dello spessore di poco superiore a quello di un foglio di carta ed estremamente leggera, può essere arrotolata, appesa o nascosta al di sotto di un tappetino!

A meno che non si ricerchi un modello molto particolare o in grado di fare chissà quali letture, se si desidera semplicemente una bilancia per il controllo del peso corporeo, oggi come oggi è possibile acquistarne una un po’ ovunque: non solo su internet o nei negozi di elettrodomestici, ma anche nei grandi magazzini ed in taluni casi perfino al mercato o al supermercato sotto casa.

Per quanto riguarda i costi si tratta in tutti i casi di oggetti con prezzi abbastanza contenuti, che vanno da una decina d’euro per i modelli base fino a 50-100 euro per i modelli più evoluti in grado di effettuare oltre al controllo del peso anche tutta una serie di altre misurazioni collaterali o per quelli di design (certo ve ne sono anche di supertecnologiche e precise che arrivano a costare 200 euro e più ma si tratta di prodotti davvero particolari che normalmente in casa sono davvero esagerati!).

Detto ciò, quando ci si accinge ad acquistare una bilancia per la propria abitazione si può scegliere senza preoccuparsi più di tanto dell’aspetto economico, ma concentrandosi innanzitutto sulle reali necessità che si hanno rispetto al controllo del peso (e dunque valutando la precisione dell’oggetto ed il tipo di informazioni che è in grado di fornire) e poi ovviamente sempre tenendo in considerazione dove questo oggetto andrà collocato, in modo tale che posizionato all’interno del nostro bagno possa fungere, oltre che da monito sempre presente a ricordarci l’importanza di mantenersi in forma, anche da importante complemento d’arredo!